Premessa

L’Urban Exploration o Urbe, consiste nell’esplorazione di strutture costruite dall’uomo, spesso rovine abbandonate o componenti poco visibili dell’ambiente urbano, come palazzi, tunnel, chiese, monasteri, stabilimenti. Quasi sempre l’urbex può condurre allo sconfinamento su proprietà private, e anche se le intenzioni sono oneste, si infrange il codice penale. Ogni azione compiuta dal singolo membro è presa sotto la singola responsabilità individuale.

il team del GRPI


La casa bruciata (2016)

Dopo una segnalazione, Luca ed Enrico, del gruppo ricerca paranormale di Imola, indagano sulla veridicità di certe affermazioni che vedono una casa bruciata fra le montagne come teatro di fenomeni paranormali.


La notte dell’ospedale (2016)

Il GRPI in una nuova uscita urbex, Luca ed Enrico, questa volta di notte, ritornano in un vecchio ospedale del secondo conflitto mondiale per investigare sull’aura misteriosa dello stabile.


La scuola nella notte (2016)

Il GRPI esplora i resti di una vecchia scuola degli anni 30, Luca ed Enrico, in una notte che minacciava temporale, si muovono alla ricerca di anomalie ambientali fra polvere, ragnatele, calcinacci e zanzare.


Il silenzio del sanatorio (2016)

Il GRPI in una nuova indagine, Luca ed Enrico fra calcinacci, porte divelte e referti medici provano a capire quanto passato sia ancora presente in un sanatorio poi riconvertito in ospedale.


Villa Samantha 2° indagine (2015)

Il team composto da Luca ed Enrico è ritornato, come consuetudine, su uno dei luoghi già oggetto di indagine precedente per raccogliere ulteriori dati da sottoporre ad analisi.


Ex Sanatorio in provincia di Lucca (2015)

Siamo vicino Lucca, una struttura degli anni 30 del secolo scorso, un ex sanatorio divenuto col tempo un centro di recupero per tossicodipendenti e poi abbandonato a se stesso.
Tanto mistero e fascino in una struttura disabitata … o forse no.


Indagine ex ospedale (2015)

Dopo una segnalazione avuta via internet il GRPI indaga in un antico stabile di Monte S. Pietro che qualcuno dice essere un ex ospedale. Buio, torce, silenzio e un lamento nella notte che porterà i nostri investigatori a verificare la veridicità misteriosa del posto.


Il bambino fantasma (2014)

Aguscello è un ex manicomio infantile vicino a Ferrara. Numerose storie sono legate al maltrattamento dei bambino che vivevano al suo interno. Una di queste ci ha incuriosito…


San Pellegrino e Castiglioncello 3° indagine (2014)

Resoconto unico di due indagini del GRPI.La prima a S. Pellegrino fraz. di Firenzuola in un’antica casa abbandonata dove gente del posto ha riferito di strani rumori e testimoniato di asporto e apporto di oggetti. La seconda è un’ulteriore indagine fatta a Castiglioncello dove in passato il gruppo ha registrato interessanti EVP.


I misteri del Borgo di Sant’Antonio (2014)

Oscure presenze sembrano abitare questo borgo abbandonato, già visitato dalla troupe di Mistero. Noi del GRPI ci siamo recati in questo posto per cercarne le prove.


Monte Battaglia (2014)

Monte Battaglia è stato teatro di numerose lotte durante la Seconda Guerra Mondiale per via della sua ubicazione strategica. Centinaia di soldati hanno perso la vita in questo luogo, oggi monumento ai caduti.


Villa Pissatola (2014)

Circolano diverse storie sul web riguardo a questa villa. Come sempre ve le raccontiamo e ne verifichiamo la veridicità.


Ca Scapini (2014) feat. Horror Stab

Il paese abbandonato di Ca Scapini è sempre un luogo di grande suggestione, storie e misteri. Cosa c’è di vero in tutto ciò ?


Villa Samantha (2013) feat. Horror Stab

una ex chiesa con annessa abitazione. Si dice che il prete avesse abusato sessualmente di una delle sue perpetue. Oggi è teatro di vandalismo, soft air game e messe sataniche.


Castiglioncello 2° indagine (2013)

I risultati ottenuti dopo la prima indagine ci hanno spinto a tornare per cercare ulteriori prove.


Il borgo abbandonato di Castiglioncello (2013)

C’è la storia di una ragazzina morta durante una festa paesana che circola tra le voci che narrano di questo luogo. Castiglioncello è un borgo abbandonato da oltre cinquant’anni… ne siamo proprio sicuri ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *